THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES

martedì 29 aprile 2008

..urlo di spavento..

come credo sia successo la volta scorsa, anche adesso qualcuno, leggendo questo mio sogno, mi dirà di non mangiare pesante la sera, che la peperonata a cena fa male, che il pollo fritto è roba da fast-food.. il fatto è che ieri a cena ho mangiato solo delle olive all'ascolana, del pomodoro e della frutta; nulla di più..

evidentemente non digerisco più nemmeno queste cose, visto che il sogno che mi ha accompagnato nel sonno mi ha fatta svegliare di soprassalto e con un principio di urlo di spavento per la scena macabra che stavo vivendo nel sogno..

l'ambientazione del sogno è la più normale che si possa immaginare: io, nel bagno di casa mia, davanti allo specchio, con in mano una pinzetta per sopracciglia.. azione comune, abitule, femminile (e solo femminile si spera, vero Duchessa e Crudelia?!), semplice..
mia mamma gironzola per casa con qualcosa in mano, come dei panni stirati da riporre nei cassetti, e attraverso lo specchio la vedo passare alle mie spalle..
papo non c'è, o comunque io non lo vedo.. non c'è neppure il rumore della televisione sul canale sportivo americano che lui guarda sempre, perciò deduco possa essere un sabato pomeriggio in cui lui è fuori..

non so per quale motivo, ma a un certo punto poso la pinzetta sul ripiano in marmo che circonda il lavandino e mi accorgo di un puntino rosso sul mio collo.. d'istinto ci passo sopra un dito cercando di capire cosa possa essere, e inizio a grattare x cercare di toglierlo.. ma appena faccio pressione sulla pelle con l'unghia, incomincia a scendere un rigolo di sangue sul mio collo e il sangue si fà sempre più copioso.. è strano, perchè non cerco di fermare il sangue, ma invece continuo a grattare la ferita che lantamente si allarga e la carne intorno comincia a cadere, fino a formare un buco dal diametro di un centimetro dal quale inizia a sgorgare sempre più sangue..

nello stesso istante, sento un prurito al naso, una specie di pizzico all'interno.. inizio a soffiare il naso per cercare di farmelo passare, ma quando tolgo il fazzoletto dal naso vedo che anche quello inizia a sanguinare.. cerco di fermare il sangue e tamponare il naso, ma è impossibile.. cerco di premere sulla parte alta del naso però ogni volta che premo è come se un pezzo del mio setto nasale si staccasse ed uscisse dalle mie narici..

subito dopo, come se nulla fosse, mi ritrovo sanguinante e di nuovo con in mano la pinzetta.. devo assolutamente togliere quelle sopracciglia fuori posto, sento che devo lasciare perdere le mie ferite al collo e al naso e togliere quei tre peletti fuori posto!! strappo il primo.. strappo il secondo.. ma al terzo la scena si ripete: dal bulbo in cui era conficcato il terzo peletto inizia a uscire del sangue.. prima una goccia, poi due, e poi la ferita comincia ad allargarsi da sola, la carne si stacca dal mio sopracciglio e io non riesco ad impedire che ciò accada.. ogni volta che cerco di premere con un fazzolettino di carta sopra la ferita, appena lo tolgo, la ferita si espande sulla mia fronte..

sono davanti a uno specchio, con tre ferite sanguinanti sul mio viso, ma l'unica cosa di cui mi accorgo e un altro peletto fuori posto, proprio in mezzo alle due sopracciglia.. di nuovo lo stesso irrefrenabile desiderio di eliminarlo!! è impossibile resistere.. così prendo di nuovop la pinzetta e cerco di estirparlo.. nulla.. non riesco, non vuole strapparsi.. è come se avesse messo radici nella mia carne.. allora prendo una forbicina per cercare di tagliarlo, visto che non lo posso togliere; ma il problema peggiora: la forbicina non riesce a tagliarlo, nemmeno lo scalfisce.. il peletto sembra essere fatto di ferro; è di ferro!! e nell'istante in cui provo di nuovo ad estrarlo con la pinzetta, questo si solleva..
ora è difficile spiegare quello che è successo dopo, ma provate ad immaginare di essere in spiaggia, una spiaggia di sabbia, e di provare a nascondere una corda sotto la sabbia lasciando fuori solo un capo della corda.. nel momento in cui tirate quel capo, il resto della fune uscirà alzando la sabbia e creando un solco..
nell'istante in cui riesco ad estrarre il peletto di ferro, questo fuoriesce dalla mia carne, proprio come la fune descritta prima, creando un solco intorno alla parte destra del mio viso lungo la fronte, le tempie, le guance, fino al mento.. il filo di ferro percorre tutto il solco che si è creato..

capisco che la mia faccia è stata cucita alla mia testa con quel filo di ferro e che se dovessi continuare a tirare si staccherebbe..
ma ormai non mi importa più, perchè tutte le ferite sanguinano sempre di più e il sangue ha ormai ricoperto tutto il mio collo, ha impregnato la mia maglietta, ne ho piene le mani, e il lavandino è un lago di sangue.. mi chino su di esso cercando di farci cadere dentro il sangue e la carne che cade per evitare di sporcare il pavimento.. cerco di tamponare di nuovo la ferite ma peggioro la situazione; cerco di pulire la mia maglia ma anche le mie mani sono sporche..

solo ora capisco che da sola non ce la posso fare e chiamo mamma che sta passando dietro di me in quel momento.. ma nel momento in cui alzo la testa per fermare il sangue che esce dal naso, mi sveglio.. il classico soprassalto della persona che vive un incubo e nel momento più drammatico della situazione, si sveglia.. apro gli occhi e mi rendo conto di aver emesso anche un piccolo urlo di spavento.. ma forse anche di rabbia per essermi fatta del male da sola.. perchè sapevo che dovevo fermarmi ma ho continuato a grattare, soffiare, estrarre.. e per di più non ho chiesto aiuto a chi me lo poteva dare.. mia madre..

12 correzioni:

Anonimo ha detto...

... credo che sia giunta l'ora di smetterla con loe droghe pesanti...

Lady Cocca ha detto...

caro anonimo, è un commento scontato.. ;)

Mafalda ha detto...

Oddio che brutto!

E che sensazione orribile!

In effetti il mio sogno era moooolto più soft!

Meglio che la sera ci prepariamo un ettolitro di tisana relax ... che dici? Magari facciamo sogni più tranquilli.

emy insalatissime ha detto...

mi sono fermata all'inizio. Sono troppo ipocondriaca per continuare e , dato che conosci la mia attuale situazione di cariatide, mi verrebbero 10.000 ansie di trasformarmi in un mostro colasangue in vacanza!!O_O Dopo questo sogno rinuncio anche a lasciarti qualcuno dei miei malanni :P

Lady Cocca ha detto...

@ mafy: mi sa che mi conviene prenderla davvero una tisana relax!! grazie del consiglio.. ;)

@ emy: la prossima volta ti racconto del sogno in cui mia mamma voleva esorcizzarmi, vediamo come reagisci.. :D

fabio r. ha detto...

ma cambiare pusher no eh? dai kidding aside: il sogno di cambiare/ staccare la faccia (magari non così violentemente..) è un archetipo onirico... Freud avrebbe potuto aiutarti. Forse.

Lady Cocca ha detto...

@ fabio: mah, cambiare pusher no.. magari poi s'offende.. ;)

Lillo ha detto...

Guarda, ti dico, la Mafy ha incluso ME nei suoi sogni, e le cose gli vanno notevolmente meglio, vero Mafyyyyyyyyy?

Certo che fai sogni inquietanti, tu. No, davvero, a me verrebbe paura di dormire, a sognare così.

Baci,
-L.

Lady Cocca ha detto...

@ lillo: è un invito a includere TE nei miei sogni? :D bho, volentieri, se il risultato è un po' di fortuna! ma anche se non me ne porti, va bene lo stesso.. ;)

cmq non è colpa mia se faccio sti sogni, prendetevela con il mio inconscio!

alla prossima vi racconto pure il mio esorcismo, xkè fatto 30 facciamo pure 31!

Silvia ha detto...

Dio! Orribilante!!!

Un salutino a tutt'e tre :)

Lady Cocca ha detto...

@ silvia: già, un orrore davvero..
cmq grazie del salutino!! ricambiambiamo volentieri.. :)

hampidampi ha detto...

Ciaoo!
brutto brutto!
Io credo che mi sarei svegliata molto prima, forse alla prima piaga sanguinante.
Di solito uno dei miei peggiori incubi è quello di perdere tutti i denti di colpo. Mamma mamma!
Cmq volevo salutarti e dirti che se non ti scoccia sei stata nominata.
Quando hai tempo è tutto + o - spiegato nel mio blog.
A presto