THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES

lunedì 18 febbraio 2008

..ho sognato il mio matrimonio..

una cosa che mi ha sempre affascinato sono i sogni.. e in particolare quelli intricatissimi, dove non ci capisci nulla, e nel momento in cui ti svegli ti rimangono impressi nella mente perchè cerchi disperatamente quello che potrebbere essere il significato..

sabato mattina, prima di svegliarmi, ho sognato qualcosa che era un miscuglio tra una puntata di Zelig, la casa del Grande Fratello e il Natale in casa mia..

ho sognato il mio matrimonio..

soggetto maschile al mio fianco, ovvero lo sposo: Fabio.. il quale è stato prontamente informato della cosa..

ma siccome io sono una testa bacata di base, non poteva non esserlo il mio sogno!! se fosse stato il sogno di un matrimonio qualunque, bhé sarebbe stato inutile sprecare un post per descriverlo.. indi-per-cui non ho sognato un matrimonio normale..

dunque, vediamo.. una cerimonia di nozze dura "in media" un giorno, giusto?? bene.. non so se ritenermi fortunata (io dico di no), ma la mia cerimonia è durata tre giorni!! vale a dire tre giorni passati in chiesa, davanti all'altare, in una chiesa che non sapevo classificare e dalle dimensioni ristrette q.b. all'interno della quale erano stipati parenti e amici che non conoscevo.. per non parlare del fatto che per riunire tutti i miei "cari" mi ci vorrebbe almeno il Duomo di Milano, e credo che anche per Fabio valga al stessa cosa.. c'erano anche i due soliti e classici bambinetti di tre o quattro anni che portano le fedi.. peccato che non li conoscevo e che allo scambio delle fedi non ci sono mai arrivata..

vabbé, che sarà mai stare in chiesa tre giorni?! eheh.. Duchessa!!!! gliela spieghi tu un giorno questa faccenda?? comunque, il primo giorno, tanto per sottolineare il mio non essere una sposa comune, ero vestita in jeans stile rapper con un paio di anfibi (quelli color beige che andavano di moda tra i Backstreet Boys negli anni '90), camicia tipo militare o simile e cosa che davvero non mi si addice, mi mancavano i gioielli!! tutte le invitate si sono messe a fare una colletta sull'altare mettendo nel cestino delle offerte i loro gingilli, tra i quali io (che i gioielli li creo!!)ho scelto i più brutti.. vabbé..

a un certo punto, Fabio mi prende per mano e mi porta fuori dalla chiesa.. destinazione: sà Dio!! nel senso che come non sono riuscita a riconoscere la chiesa, non ho riconosciuto nemmeno l'esterno.. c'era solo una specie di ponte, cavalcavia, o come diavolo si chiama, che io e Fabio abbiamo attraversato fino ad arrivare alla macchina.. ovviamente non era la sua, e nemmeno la mia.. era una macchina!! una volta guardata la macchina per circa due minuti, siamo ritornati in chiesa..

arrivo all'ingresso e guardo tra gli invitati.. a un certo punto dietro di me si ferma una macchina tipo limousine, bianca, lunga un kilometro, dalla quale esce un tocco di donna che certo si fa notare.. in pratica era la copia di Kat Von D (andate a cercarvi il nome su Google), però senza tatuaggi, fasciata in un tubino giro-figa bianco, attillatissimo, con delle zeppe ai piedi altissime, occhiali da sole da diva come sempre.. ah che mito quella donna!!

dopo l'incontro con la strana tipa, il sogno passa al secondo giorno, che sembra essere quello più "normale" dei tre.. tutto sembra procedere normalmente, ma il mio out-fit non è ancora quello che si dice un abito da sposa: jeans a sigaretta (che su di me hanno un effetto abominevole), camicia e giacca da ufficio, e le mie decolté preferite.. in quel momento credo di aver pensato: "bhé, dai.. sono migliorata rispetto al primo giorno!!"..

il terzo giorno (sembra una profezia biblica) sembrava essere quello buono!! mi presento in chiesa finalmente con un abito da sposa bianco, liscio, carino, il mio bouquet.. a presenziare alla cerimonia c'era anche un illustrissimo vescovo di Vattelapesca che ha incominciato a fare il suo predicozzo in stile camomilla.. così "camomilloso" che tutti gli invitati si sono addormentati sulle panche della chiesa, ma e Fabio compresi.. ma siccome noi eravamo gli sposi e dovevamo avere una specie di trattamento di favore, ci avevano piazzati su un letto a due piazze nel mezzo della navata!!

vabbé, i sogni sono strani.. per non parlare del fatto che Fabio fosse in mutande.. e io lo prendevo a gomitate per farlo svegliare!!

...

che dire.. non è che abbia delle vere e proprie conclusioni da tirare.. di solito mi impegno nell'interpretare i sogni, come quella volta in cui mia mamma voleva sacrificare me per salvare un bimbo sconosciutissimo, ma stavolta proprio non ci sono.. cioè: qualcosa ho pensato, ma nulla di trascendentale come faccio di solito..

credo che le interpretazioni siano molteplici.. prima opzione: questo sogno è l'ennesima prova che io e la Chiesa non siamo pappa e ciccia.. in alternativa: è un segno divino che mi invita a tornare alla mia produzione di gioielli.. oppure è un consiglio: lascia perdere!! io so cosa.. ultima possibilità: la macchina sta per me diventando un incubo, e anche qui so io perchè..

di una cosa mi dispiace..

non c'era il pranzo di nozze.. O_o

9 correzioni:

Crudelia ha detto...

Magari preannuncia davvero il tuo matrimonio... Ti sposi??? Porca vacca...

fabio r. ha detto...

ma mangiare più leggero la sera, no eh?

Crudelia ha detto...

Voleva fare anticipatamente il pranzo del matrimonio...

l@dy cocc@ ha detto...

@ crudelia: direi che il matrimonio, x ora può attendere..

@ fabio r.: eh ma questi sono i sogni del mattino, perciò in teoria la cena l'avevo già digerita.. sono io che sto fuori di testa!! :)

Mr. Self Destruction ha detto...

Secondo me devi incominciare a drogarti (seriamente intendo). E la morale buona è la penultima che hai detto, ovvero "lascia perdere!". E se mi dici dove trovarlo sto Fabio, poi ti ci penso io a farlo ri-diventare etero.

l@dy cocc@ ha detto...

@ mr. self destruction: bho, fai come ti pare.. solo che se poi ti mettono dentro x aggressione, chi cazzo prendo x il culo io?!?! ;)

Mr. Self Destruction ha detto...

Uhm... a dire il vero già sto scontando una pena di quindici anni per stupro del Presidente della Repubblica Italiana, con vilipendio come aggravante.

Comunque, secondo me dovresti valutare di più ciò che intercorre lungo l'empatia della tua esistenza, ed il diramarsi di essa attraverso il tragitto esistenziale dei tuoi drammi.

Si nota una discrepanza non indifferente.

l@dy cocc@ ha detto...

@ mr.: dai, lo sai che sono tarda e non capisco!! :) e cmq chissà quanta altra gente hai stuprato..
manco solo io!! ;)

lo so, me la potevo risparmiare..

Mr. Self Destruction ha detto...

No aspetta: Io stupro solo Presidenti della Repubblica Italiana. Al limite posso scendere ad un Sottosegretario alla Difesa, ma non oltre.