THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES

venerdì 25 settembre 2009

Ma dove vai bellezza in bicicletta?

Incentivi statali per l'acquisto di biclette.

Crudelia propone:
  • Incentivi statali per imparare ad andare in bicicletta con corsi a scuola guida.
  • Multe per chi non usa la pista ciclabile. Per i possessori di bici da corsa sono vietate le strade ad alto scorrimento, ossia le statali
  • Ghigliottina per chi riesce ad entrare in auotstrada o tangenziale in bici (e fidatevi che ne vedo tantissimi...); previa tortura se contromano.
Caro Stato, incentivare l'uso di mezzi pubblici ed il bike sharing no eh?!

Io non pago la bici nuova a nessun ciclista e nemmeno alla Nonna Pina che va a fare la spesa, perchè forse è un po' pericoloso caricare la bici con kg di pasta e confezioni d'acqua.
E poi chi userà le biciclette se i bambini di oggi andranno in bici con la wii...

La lotta all'inquinamento dura da anni e si sperimentano giustamente sempre nuove soluzioni, più o meno proficue...ma questa proprio no!!

Esistono società dei trasporti che potrebbro migliorare di molto, ma "non hanno fondi". E allora non si può incentivare la popolazione ad abbonarsi, ad usare il mezzo pubblico invece che inquinare con la propria auto? Fare uno studio di settore e adeguare i percorsi ed i mezzi alle nuove esigenze invece che rimanere fermi a 50 addietro.

Forse la società è diventate eccessivamente individualista e allora ognuno pedalerà per i fatti propri...con la nuova bicicletta statale però!

1 correzioni:

il Dave ha detto...

E tutto un fatto di mentalità, e certe cose, purtroppo, non cambieranno mai.